• Wed. Oct 27th, 2021

D-log Blog

Blogs for people

Fondi pensione, nei primi sei mesi del 2021 incassati 5,9 miliardi di contributi

Byninja

Sep 8, 2021

Cresce l’appeal della previdenza complementare, forte anche di rendimenti in media positivi. E crescono i contributi incassati: nel primo semestre del 2021 le forme pensionistiche di nuova istituzione hanno incassato 5,9 miliardi di euro di contributi. Rispetto al corrispondente periodo del 2020, segnato dalla diffusione dell’emergenza epidemiologica del Covid-19, i flussi contributivi aumentano di circa 475 milioni di euro, pari all’8,7 per cento in più. Il deciso recupero si riscontra in tutte le forme pensionistiche, con variazioni tendenziali che vanno dal 6,5 per cento dei fondi negoziali, al 10 dei PIP fino al 13,2 per cento dei fondi aperti.. Sono alcuni degli elementi che emergono dal monitoraggio effettuato dalla Covip, la Commissione di vigilanza sui fondi pensione, aggiornato a giugno 2021.

FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI. CONTRIBUTI.

Nel I semestre 2021 posizioni in essere cresciute dell’1,5% rispetto a fine 2020

Alla fine del primo semestre del 2021, mette in evidenza il monitoraggio, le posizioni in essere presso le forme pensionistiche complementari sono 9,480 milioni; la crescita rispetto alla fine del 2020 è pari a 138.000 unità (1,5 per cento). A questo numero di posizioni, che include anche quelle di coloro che aderiscono in contemporanea a più forme, corrisponde un totale degli iscritti che può essere stimato in 8,565 milioni di individui.

Segno più per i fondi negoziali, migliore performance per quello dei lavoratori edili

Nelle singole tipologie di forma pensionistica, i fondi negoziali crescono di 49.000 posizioni (1,5 per cento), per un totale a fine giugno di 3,310 milioni; più della metà dell’incremento si registra in fondi per i quali sono attive le adesioni contrattuali, in particolare nel fondo rivolto ai lavoratori del settore edile (circa 17.000), nel fondo dei lavoratori del commercio e dei servizi (circa 5.500) e nel fondo del pubblico impiego (circa 4.600).

Accelerazione del 3,1% per i fondi aperti, tengono i Pip nuovi (+1,2%)

Nelle forme pensionistiche di mercato, si registrano 50.000 posizioni in più nei fondi aperti (+3,1 per cento) e 41.000 posizioni in più nei PIP nuovi (+1,2 per cento). Alla fine di giugno del 2021, il totale delle posizioni in essere in tali forme è pari, rispettivamente, a 1,678 milioni e 3,551 milioni di unità.

Cresce il patrimonio dei fondi

A giugno 2021, le risorse destinate alle prestazioni sono 205,5 miliardi di euro, circa 7,6 miliardi in più rispetto alla fine del 2020. Nei fondi negoziali l’attivo netto risulta pari a 63 miliardi di euro, il 4,4 per cento in più. Per i fondi aperti esso si attesta a 27,2 miliardi e a 41,4 miliardi per i PIP “nuovi” aumentando, rispettivamente, del 7,3 e del 6 per cento.

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *