• Wed. Oct 27th, 2021

D-log Blog

Blogs for people

Manovra, ok alla fiducia in Senato. Torna alla Camera il 28 dicembre

Byninja

Jun 13, 2021

«Volevo ringraziare il Ragioniere Franco e Biagio Mazzotta e tutta la Ragioneria generale dello Stato, perché hanno lavorato a ritmi impossibili. In una situazione difficile hanno consentito di arrivare ad un risultato importante», ha commentato il viceministro dell’Economia Massimo Garavaglia a margine dei lavori sulla manovra in Senato.

Ma per effetto del ritardi accumulati anche a Montecitorio si allungano i tempi per il varo. Secondo fonti di Montecitorio la legge di Bilancio passerà infatti in commissione anche il 27 dicembre per approdare in Aula il 28 ed essere varata entro sabato 29.

«Sapete che mi sono già scusato avremmo voluto terminare prima il negoziato» con l’Ue, aveva spiegato il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri, rispondendo a una domanda sui tempi di approvazione. «Siamo in zona Cesarini, abbiamo creato un rallentamento; ci siamo e confidiamo che domani la manovra possa essere approvata al Senato previa discussione in Aula», aveva poi concluso Conte. «Se avessimo approvato manovre economiche sotto dettatura, come hanno fatto i precedenti Governi non ci troveremmo a Natale ad approvare la manovra. L’Italia si è fatta finalmente sentire», ha ricordato invece il vicepremier Matteo Salvini, dicendosi «sufficientemente sicuro» che oggi la manovra sarà approvata dal Senato.

Il dilatarsi della seconda lettura della manovra porta con sé anche un altro slittamento. «Alla luce del prolungamento dei tempi di approvazione della Legge di Bilancio» – si legge in una nota diffusa da Palazzo Chigi – l’ufficio stampa del premier « ha deciso di posticipare la consueta conferenza stampa di fine anno del Presidente del Consiglio alla prossima settimana». Il tradizionale incontro con la stampa per il bilancio sull’azione di governo nel 2018 avverrà presumibilmente tra Natale Capodanno.

Stizzita per lo “stop and go” dei lavori, la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati ha chiesto in precedenza rispetto al Governo. «Pur comprendendo le difficoltà del Governo anche nella interlocuzione con l’Unione Europea, mi corre l’obbligo di invitare la maggioranza e il Governo ad avere un percorso legislativo più regolare, non con questa tempistica a singhiozzo, ma rispettoso dell’Assemblea del Senato», ha sottolineato nel corso del dibattito in Assemblea sul calendario dei lavori sul Ddl bilancio.

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *