• Wed. Oct 27th, 2021

D-log Blog

Blogs for people

Dichiarazione redditi 2020, l’impatto dei provvedimenti d’urgenza dovuti al Covid

Byninja

Nov 28, 2020

I Focus di Norme & tributi

La rivalutazione dei beni, con il riconoscimento fiscale che costa appena il 3%, è la misura più importante di cui tenere conto

La dichiarazione dei redditi delle società relativa al 2020 guarda alla rivalutazione dei beni. Nell’anno disastroso della pandemia, diversi provvedimenti emanati per sostenere le imprese sotto l’aspetto patrimoniale e finanziario hanno ricadute fiscali da considerare nel calcolo delle imposte da versare e nella compilazione delle dichiarazioni. E la rivalutazione dei beni, con il riconoscimento fiscale che costa appena il 3%, è l’aspetto più importante illustrato dal Focus Norme e Tributi in edicola con Il Sole 24 Ore del 27 maggio, al prezzo complessivo di 2,50 euro.

Gli altri aspetti più qualificanti per il prossimo modello Redditi e Irap 2021 (relativa al 2020) che le società devono presentare sono legati sempre a misure agevolative di emergenza per contrastare gli effetti economici della pandemia: la sospensione degli ammortamenti in bilancio con deduzione extracontabile delle quote nella dichiarazione, i crediti di imposta per investimenti e per sostegno alle imprese colpite dall’emergenza pandemica e lo stralcio del primo acconto Irap 2020.

Gran parte di queste misure, in particolare rivalutazione e ammortamenti, entrano in dichiarazione solo dopo essere state recepite in bilancio o comunque a seguito di comportamenti adottati nella chiusura dei rendiconti.

Nel Focus trovano quindi spazio anche indicazioni sui bilanci.In tutto questo, la trattazione degli esperti del Sole 24 Ore non ha tralasciato gli aspetti “di routine” della dichiarazione dei redditi delle società.

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *